Franz Kafka in un videogame: è ancora la letteratura a ispirare lo sviluppatore Denis Galanin

È ancora la letteratura a ispirare l’ormai celeberrimo sviluppatore russo Denis Galanin. Dopo il successo di Hamlet, improntato sulla letteratura di William Shakespeare, la stella sovietica dei videogame ha focalizzato la sua attenzione su Franz Kafka.

È stato concepito così quello che si prospetta come un capolavoro del settore e che uscirà ufficialmente il prossimo 6 aprile. La nuova opera, secondo quanto preannunciato, condurrà i giocatori all’interno di un mondo pieno di enigmi surreali e assurdi, ispirati dall’inconfondibile stile dello scrittore de “La Metamorfosi”.

kafka in un videogameL’avventura single player avrà la durata di quattro ore e sarà un’esperienza particolare grazie ad uno stile grafico molto lontano dai videogiochi iper realistici che dominano il mercato e per il quale oltre a prontezza di riflessi bisogna esercitare la logica e risolvere così enigmi e giochi numerici.

Un gioco per veri nerd, insomma, imperdibile per tutti coloro che amano la cultura, la storia, la letteratura in generale ma che al contempo, essendo al passo con i tempi e con la tecnologia, sono anche fan del mondo virtuale.

Il protagonista di nome K. ottiene un’offerta improvvisa del rapporto di lavoro. E questo evento cambia la sua vita, costringendolo a fare un viaggio lontano. Con sua grande sorpresa, il mondo oltre la sua terra d’origine non è così normale come aveva pensato. Tutto in un clima di assurdità, surrealismo e suspense. Conoscere bene le opere dell’autore di Praga potrà senz’altro essere l’asso nella manica per risolvere gli enigmi ideati da Denis Galanin.

Per “vincere”, in sostanza, non basterà essere abili con il joystick o veloci con le dita e con la mente, ma bisognerà anche sviluppare un modus pensandi kafkiano per così dire. Non è un caso se la notizia è stata subito rilanciata con una certa enfasi da tutti i siti frequentati da nerd, uno su tutti il noto staynerd.com.

Insomma, le premesse sono tutte positive e per gli esperti non è escluso che Denis Galanin faccia di nuovo incetta di premi proprio come accaduto con Hamlet. Un vero e proprio nuovo genere, del resto, quello inventato dallo sviluppatore russo che piace proprio perché è nuovo, diverso.

Pur guardando al futuro con effetti e soluzioni del tutto geniale, strizza un occhio al passato e alla migliore cultura classica europea. Manca meno di un mese ormai all’uscita ufficiale e c’è tantissima attenzione mediatica sul caso. Per saperne di più non resta che aspettare e leggere le recensioni dei primi fortunati che potranno provare il gioco.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*